Presentate al Consiglio Superiore dei LLPP le Italian Concrete Conference 2022

Alla presenza del Presidente del Consiglio Superiore dei LLPP, l'ing. Massimo Sessa, presso il Parlamentino sono state presentate le Italian Concrete Conference 2022.


Il calcestruzzo nella transizione ecologica 

Nei giorni scorsi si è tenuta presso il parlamentino del Consiglio Superiore dei LLPP la presentazione del programma delle Italian Concrete Conference 2022, l'evento organizzato da aicap e CTE e che si terrà dal 12 al 15 di ottobre a Napoli.

La presentazione è stata aperta dal Presidente del CONSUP, l'ing. Massimo Sessa, che ha innanzitutto voluto ringraziare le due storiche associazioni tecnico culturali per aver coinvolto in questa manifestazione l'organo istituzionale da lui presieduto, e che patrocinerà l'evento napoletano. 

massimo_sessa-700.jpg

 

Dopo un saluto alle numerose personalità del mondo accademico, istituzionale, tecnico e industriale che hanno partecipato all'incontro, il presidente Sessa ha posto l'attenzione sull'importanza del confronto da parte di tutti coloro che fanno e applicano la ricerca, per uno sviluppo tecnologico sostenibile delle costruzioni. "I primi drammatici effetti del cambiamento climatico sono sotto gli occhi di tutti, ed è quindi necessario che tutti coloro che operano nell'ambito delle costruzioni possano collaborare per un'evoluzione tecnico/normativa che aiuti a mitigare l'impatto dell'ambiente costruito sull'ambiente, mantenendo la forte attenzione sui temi della mitigazione del rischio e della sicurezza."

Sessa ha poi voluto ricordare come, nel terremoto del 2016, siano andate distrutte opere monumentali di inesitmabile valore, mentre edifici residenziali ristrutturati a seguito del sisma del 1997 siano resistiti brillantemente. Questo fa pensare come il tema della sicurezza debba essere affrontato a tutto tondo, non solo pensando alle opere civili e alle infrastrutture, ma anche alle opere storiche che fanno aprte di un patrimonio universale della cultura.

Ha anche anticipato che è partita l'attività inerente l'aggiornamento delle norme tecniche: maggiore attenzione all'esistente, più prestazioni e meno prescrizioni, valorizzazione dell'innovazione saranno alcune delle priorità della revisione.

Infine ha promesso una sua presenza - che è stata molto gradita da partecipanti - all'evento di Napoli.

Sono quindi seguiti gli interventi dei due presidenti delle associazioni organizzatrici - Franco Angotti di aicap ed Enrico Nusiner di CTE, che hanno evidenziato il perchè le due associazioni abbiano avviato questo percorso di collaborazione, e quali gli obiettivi si stanno ponendo. Evidenziato anche il programma generale della manifestazione napoletana e la collaborazione con il SAIE di Bologna.

La professoressa Maria Antonietta Aiello è entrate nel merito del programma ricordando tutti i temi che verranno affrontate dalle numero relazioni che sono state ammese alla conferenza, e la prof.ssa Marisa Pecce ha descritto le location di tutti gli appuntamenti.

Tra i relatori intervenuti anche gli Ingg. Pietro Baratono e Fabio Croccolo, presidenti della II e III sezione del CONSUP.

 

Le interviste ai partecipanti della Presentazione delle Italian Concrete Conference

Franco Angotti, presidente aicap: ICC 2022, appuntamento a Napoli coi protagonisti dell'ingegneria strutturale del c.a.

 

Enrico Nusiner, presidente CTE: Alla ICC 2022 si parlerà di sostenibilità, di ingegneria strutturale e di PNRR 

 

Maria Antonietta Aiello: Quali saranno i temi dell' Italian Concrete Conference 2022?

 

Marisa Pecce: Come sarà organizzato l' ICC 2022 

 

Pietro Baratono, Consiglio Superiore LLPP:  ICC 2022, occasione per parlare di innovazione e di opere infrastrutturali

 

Fabio Croccolo, Consiglio Superiore LLPP:  ICC 2022, un'occasione per mettere tutti gli attori del settore in un unico tavolo

 

Averardi Ripari, vice presidente aicap: Alla ICC 2022 non solo accademici ma anche progettisti e mondo dell'industria

 

Emanuele Renzi, ANSFISA: ICC 2022, importante anche per l'attività di controllo di ANSFISA

 

Armando Zambrano, presidente CNI: ICC 2022, il "luogo" dove definire le regole per migliorare la qualità degli edifici

 

Eduardo Caliano, presidente CODIS: importanza della diagnosi delle patologie del calcestruzzo per la sua conservazione

 

 

Presentazione delle Italian Concrete Days 2022

aicap e CTE sono stati costretti prima a differire e poi a svolgere a distanza gli Italian Concrete Days 2020, che erano previsti in presenza a Napoli, ma ora finalmente ripropongono questa splendida città – e la bellissima sede del Museo Diocesano nel cuore del centro storico – per tenere la prossima edizione del convegno, che d’ora in poi prende il nome di Italian Concrete Conference, quindi ICC 2022.

Sarà la quarta edizione dell’evento comune, che auspichiamo abbia lo stesso o anche maggiore successo delle precedenti, Roma 2016, Milano 2018, come pure dell’ultima, web 2020, malgrado la modalità sperimentale imposta dalla pandemia.

In tutto il mondo la ripresa delle attività sociali sta avvenendo nello spirito di attuare la transizione ecologica, che in Italia trova una forte spinta nello sviluppo del PNRR, offrendo nuovi spunti da dibattere. Infatti il miglioramento continuo delle tecniche costruttive delle infrastrutture e dell’edilizia, anche nell’ambito delle costruzioni antisismiche, deve avvenire tenendo conto dei moderni requisiti di sostenibilità, riferiti sia alle nuove realizzazione sia agli interventi di manutenzione, adeguamento o recupero del patrimonio esistente.

La ICC 2022 offre a tutti gli operatori del settore – industriali del settore costruzioni, produttori di tecnologia e di materiali, professionisti delle opere civili (ingegneri, architetti, amministratori, tecnici di laboratorio e di cantiere, ricercatori e professori) – un’occasione di conoscersi o ritrovarsi di persona per aggiornare il proprio bagaglio culturale, presentare i propri lavori, stabilire contatti, scambiare informazioni e opinioni, discutere applicazioni, proporre innovazioni e consolidare la consapevolezza del proprio ruolo.

Le memorie attese verteranno su tecnologia e realizzazioni di opere, rapporto con l’ambiente, aspetti teorici e applicativi di materiali e strutture. Saranno presentate dagli autori e pubblicate su atti con ISBN; una selezione sarà anche indicizzata SCOPUS.

I partecipanti avranno l’occasione di confrontarsi con lo stato dell’arte non solo nazionale, con eminenti personalità che interverranno in Tavole Rotonde, svolgeranno Relazioni Generali di inquadramento sui temi del convegno e terranno Relazioni su Invito.

Nell’occasione, saranno consegnati i Premi aicap e CTE su articoli, tesi di dottorato e realizzazioni, e le onorificenze a personalità distintesi nel lavoro inerente la missione delle associazioni. Ai partecipanti alla ICC 2022 verranno rilasciati CFP.

LINK Al SITO