Sistemi radianti: pubblicata la nuova norma UNI EN 1264

Dopo due anni di lavoro è stata finalmente pubblicata il 1° luglio 2021 la revisione alla UNI EN 1264, la norma di prodotto dedicata ai sistemi radianti per il riscaldamento e il raffrescamento.

La norma attualmente è disponibile sul sito dell’UNI nella versione in inglese, e a breve sarà disponibile anche in lingua italiana. Il Consorzio Q-RAD, con la collaborazione del CTI (Comitato Termotecnico Italiano), si sta occupando della traduzione della norma.


 

La norma UNI EN 1264 ieri e oggi 

La UNI EN 1264 è una norma di prodotto, che ha come oggetto i sistemi radianti in riscaldamento e raffrescamento annegati a parete, pavimento e soffitto, pubblicata per la prima volta nel 1997. La nuova norma è stata oggetto di revisione all’interno del WG9, gruppo di lavoro del CEN/TC 130, che a livello nazionale è seguito dalla commissione UNI/CTI 254 del CTI. 

La norma si compone di 5 parti e prevede una metodologia di test per i sistemi a pavimento con una doppia piastra calda di 1 m x 1 m. Descrive una metodologia di calcolo per la determinazione della resa di alcuni sistemi (metodologia tabellare).

Le principali modifiche nella UNI EN 1264:2021 sono:

  • Nuove tipologie (anche senza isolante): inserite nella parte 1 della norma. Sono state definite tutte le tipologie a bassa inerzia e basso spessore
  • Nuove definizioni (parte 1)
  • Materiali e conducibilità (parte 2)
  • Isolante bugnato (parte 3): è stata aggiornata la metodologia di calcolo della resistenza termica
  • Temperatura massima sistemi radianti a soffitto (parte 3): il valore è stata uniformato a quello della UNI ISO 11855
  • Modifiche ai contenuti della parte 4 sull’installazione: molteplici revisioni per semplificare e adattare le tipologie di installazione attuali.

 

Le modifiche allo scopo della norma

Una delle modifiche più discusse è stata la variazione dello scopo della norma, che è stata oggetto di svariate revisioni per definire in modo chiaro l’ambito di applicazione di due norme all’apparenza sovrapposte: la EN 1264 e la ISO 11855.

Lo scopo del UNI EN 1264:2021 è stato quindi modificato come segue:

  • La EN 1264 fornisce le linee guida per i sistemi di riscaldamento e raffrescamento annegati - installati in edifici, residenziali e non (ad esempio uffici, edifici pubblici, commerciali e industriali) e si focalizza sul tema del comfort termico.

  • La EN 1264 fornisce le linee guida per i sistemi di riscaldamento e raffrescamento idronici annegati all’interno degli ambienti da riscaldare o da raffrescare. Specifica inoltre l'uso di altri fluidi termovettori al posto dell'acqua.

  • La EN 1264 specifica le caratteristiche standardizzate dei prodotti, calcolando e testando la potenza termica in riscaldamento per le certificazioni. Per la progettazione, la costruzione e il funzionamento di questi sistemi, vedere EN 1264-3 e EN 1264-4 per i tipi A, B, C, D, H, I e J.
     
  • I sistemi descritti nella EN 1264 sono montati, direttamente o con supporti di fissaggio, in aderenza alla base strutturale delle superfici dell’edificio. La norma EN 1264 non si applica ai sistemi a controsoffitto che presentano un’intercapedine che consente la circolazione dell’aria tra il sistema stesso e la struttura dell’edificio. La resa termica di questi sistemi può essere determinata secondo EN 14037 e EN 14240.

 

Le modifiche nella parte 1 della UNI EN 1264:2021

La UNI EN 1264-1:2021 specifica le tipologie e le caratteristiche dei sistemi di riscaldamento e raffrescamento radianti idronici annegati. Il Capitolo 3 “Termini e definizioni” presenta molte novità e modifiche rispetto alla versione precedente che era datata 2011. 

Tra queste la definizione di “open air gap – intercapedine d’aria” che dovrebbe chiarire quali sistemi sono quindi esclusi dalla EN 1264, ma che purtroppo lascia ancora aperto il tema delle dimensioni dell’intercapedine per i soffitti radianti.

 

UNI EN 1264: sistemi radianti con e senza intercapedine d'aria

Sistemi senza intercapedine d’aria (a sinistra) e con intercapedine d’aria (a destra). Elaborazione da UNI EN 1264-1:2021

 

Nella Figura viene riportato a sinistra un sistema senza intercapedine d’aria (open air gap) e a desta un sistema con intercapedine d’aira. I due sistemi differiscono dalle dimensioni dell’intercapedine: se questa è piccola lo strato d’aria si comporterà come uno strato con funzione isolante, mentre se questa è grande non potrà essere ambito della UNI EN 1264 ma della ISO 18566 (la norma sui controsoffitti con intercapedine d’aria). La norma non chiarisce però quando “piccola” o “grande” debba essere l’intercapedine.

Nella definizione 3.1.1 che definisce i sistemi radianti annegati, è stato aggiunto lo strato di diffusione del calore (ovvero, ad esempio il massetto). Questa modifica è di grandissima importanza, in quanto include nel “sistema pavimento” anche lo strato di diffusione del calore, aspetto che fino ad oggi è sempre stato oggetto di interpretazioni.

 

Le nuove tipologie di sistemi radianti

L’introduzione di nuove tipologie (basso spessore, bassa inerzia) e il dettaglio di tipologie già esistenti (Tipo A, bugnato e con isolante liscio) è la più grande novità del UNI EN 1264-1:2021.

Queste modifiche sono state inserite per rendere la norma attuale e maggiormente rappresentativa dei prodotti ad oggi disponibili sul mercato europeo. I tipi di sistemi radianti annegati sono descritti nelle Tabelle A.1 e A.2. Nei disegni rappresentati di seguito sono descritte le nuove stratigrafie.

Tipo A.

Il Tipo A si suddivide in Tipo A1 (con isolante liscio) e in Tipo A2 (con isolante bugnato).

 

UNI 1264: sistemi radianti di tipo A1 e A2

Esempi di sistemi radianti a pavimento di tipo A1 e A2.

 

Tipo B.

Il Tipo B è il sistema nel quale la tubazione è inserita nell’isolante: lamelle termoconduttive favoriscono il flusso e la distribuzione del calore.

 

UNI EN 1264: sistemi radianti a pavimento di tipo B

Esempi di sistemi radianti a pavimento di tipo B.

 

Tipo H.

Il Tipo H è il sistema fresato e si suddivide in Tipo H1 (con isolante) e in Tipo H2 (senza isolante).

 

UNI EN 1264: sistemi radianti a pavimento di tipo H1 e H2

Esempi di sistemi radianti a pavimento di tipo H1 e H2.

 

... [CONTINUA LA LETTURA NEL PDF ALLEGATO].

L'articolo in PDF contiene l'analisi dettagliata delle principali modifiche apportate alle singole parti della norma UNI EN 1264. Focus sulle principali novità relative agli isolanti, ai giunti e alle condizioni da rispettare per la posa delle pavimentazioni.

 


SCARICA il PDF e potrai leggere l'articolo con un'impaginazione migliore,
stamparlo, salvarlo, condividerlo

SCARICALO ORA IL PDF DELL'ARTICOLO

Ingenio ha l’obiettivo di rendere fruibile nei modi migliori possibili ogni contenuto pubblicato.