Verniciatura del parquet: cause e rimedi ai problemi più frequenti

Questo articolo vuol fornire alcune indicazioni su come risolvere alcuni problemi che possono succedere in fase di verniciatura del parquet.

pavimento-legno-verniciato.jpg

Perchè si vernicia un parquet?

I prodotti vernicianti sono miscele di sostanze liquide che, in seguito all’applicazione, dopo completa essicazione ed indurimento, formano una pellicola con determinate caratteristiche fisiche e chimiche.

La pellicola di vernice indurita svolge varie funzioni:

  • protegge da sollecitazioni o agenti esterni (calpestio, raggi ultravioletti, parassiti, acqua, fuoco ecc.)
  • conferisce al pavimento di legno maggiore durezza superficiale, impermeabilità, facilità di pulizia e manutenzione, ecc.

La finitura per i parquet è trasparente, per lasciare intravvedere la venatura del legno, e possiede vari gradi di brillantezza.

classificazione-della-finitura-vernice-parquet.jpg

Le 3 finiture del parquet: verniciatura, ceratura, oliatura

La finitura di un pavimento in legno può essere effettuata in tre modi: verniciatura, ceratura o con trattamento a olio. 

La verniciatura è generalmente costituita da una mano di fondo e successivamente una o più mani di vernice.

La mano di fondo serve soprattutto per chiudere la porosità del legno, isolare le sostanze in esso contenute per evitare cambiamenti di tonalità e garantire una superficie particolare uniforme che permetta una maggiore resa della vernice ed un suo migliore aspetto estetico.

La vernice, applicata con una o più mani (dipende dai tipi), serve a formare una pellicola, generalmente trasparente, che protegge da sollecitazioni esterne (calpestio, acqua, ecc.) dà una maggiore durezza alla superficie, la migliora esteticamente e facilita la manutenzione del pavimento.

Fra i tipi di vernice, quella poliuretanica offre maggiore resistenza all’abrasione, ma oggi sono sempre più usate le vernici all’acqua.

Queste sono prive dei solventi tradizionali, non lasciano odori negli ambienti e favoriscono un’ossidazione del legno naturale.

Le vernici possono avere gradi di brillantezza diversi e si distinguono in: lucide, semilucide, satinate e opache.

>>> CONTINUA LA LETTURA

Componenti dei prodotti vernicianti

Il prodotto verniciante è composto da:

Il legante, è una resina o miscela di più resine diverse ed è responsabile delle caratteristiche fisiche e chimiche del prodotto verniciante.

  • consistenza (viscosità)
  • adesione e coesione
  • resistenza chimica e fisica
  • resistenza all’abrasione

Il solvente ed il diluente, determinano le caratteristiche applicative che regolano:

  • viscosità
  • bagnabilità
  • essicazione
  • Pot – Life (vita della miscela, tempo di utilizzo)

Gli additivi, servono ad esaltare le caratteristiche dei leganti e migliorare l’applicabilità e sono:

  • Tensioattivi (per maggiore distendibilità)
  • Bagnanti (per una maggiore penetrabilità)
  • Assorbitori raggi ultra violetti (per la protezione del legno da variazioni di tonalità)
  • catalizzatori (per l’essicazione della vernice)
  • opacizzanti (per la tonalità di brillantezza desiderata)

Verniciatura di un pavimento in legno di parquet

La verniciatura è costituita da vari strati che cambiano il loro stato durante l’applicazione e successiva essicazione, reticolazione, invecchiamento.

Questo processo avviene:

  • per essicazione fisica: se è dovuto solo all’evaporazione di solventi e diluenti (per esempio fondi monocomponenti)
  • per essicazione chimico – fisica: se è dovuto all’evaporazione dei solventi ed alla contemporanea reazione di sostanze che reagiscono tra loro (per esempio tutti i prodotti bicomponenti e le vernici poliuretaniche denominate monocomponenti, ingroindurenti, autoreticolanti)

I tempi di essicazione dipendono dalle condizioni ambientali (temperatura, umidità relativa ambientale).

Requisiti richiesti al prodotto verniciante

Il comportamento di un prodotto verniciante è dovuto ad alcuni fattori quali:

  • adesione: cioè la capacità di aderire al supporto od allo stato di finitura precedentemente dato. Dipende dalle affinità delle resine con il supporto o gli altri strati
  • penetrazione: è la capacità di entrare nei pori del legno e dipende da:
    • viscosità del supporto verniciante
    • diametro dei pori del legno
    • tensione superficiale del prodotto verniciante e del supporto
  • distensione: è la capacità del prodotto di formare una pellicola uniforme e liscia (esente da fenomeni tipo buccia d’arancia)
  • potere coprente: è la capacità di riempire la porosità del legno, anche se applicato in strato sottile, lasciando comunque intravvedere la vena dello stesso. Questo obiettivo viene raggiunto applicando due o tre strati di prodotto verniciante in funzione anche del tipo di legno
  • tempo di utilizzo o Pot – Life (per prodotti bicomponenti): indica il tempo di utilizzabilità dal momento della preparazione della miscela dei due componenti a 20°C nel secchio di preparazione mantenuto chiuso
  • tempi di essicazione:
    • fuori polvere: il tempo dopo l’applicazione del prodotto, trascorso il quale la polvere presente nell’aria non può più 'appiccicarsi' alla pellicola
    • fuori impronta o asciutto al tatto: quando premendo leggermente un polpastrello sulla superficie non rimane l’impronta
    • tempo di sovraverniciabilità: intervallo di tempo nel quale la vernice può essere riverniciata con una successiva mano
    • tempo di carteggiatura: quando la pellicola è sufficientemente indurita da essere carteggiata senza impastare la carta abrasiva
    • indurimento completo: quando la pellicola è completamente indurita in tutto il suo spessore e raggiunge le sue caratteristiche chimiche e fisiche finali.

Resistenza della vernice e altre caratteristiche

I vari tipi di vernice si distinguono per:

  • Tipo e velocità dell’essicazione
  • Grado di brillantezza
  • Copertura
  • Resistenza chimica
  • Resistenza all’abrasione
  • Resistenza alla luce
  • Tempo di utilizzabilità = Pot – Life espresso in ore
  • Elasticità e plasticità

Applicare uno spessore maggiore di prodotto non serve a migliorare le caratteristiche finali della verniciatura.

Problemi tipici dovuti all’applicazione della vernice

Di seguito le principali problematiche che possono verificarsi sulla superficie del parquet dovute all'applicazione delle vernici:

  • Chiazze (lucide o opache);
  • Buccia d'arancia;
  • Microbollicine;
  • Puntinature;
  • Schivature;

.... quale aspetto hanno, quale è la causa e come possono essere risolte?

CONTINUA LA LETTURA NEL PDF ALLEGATO