In Calcestruzzo

L’evento nazionale dedicato al tema del progettare e costruire in calcestruzzo 

Il calcestruzzo non esiste, esistono i calcestruzzi, prodotti e soluzioni diverse, in fase di costante evoluzione tecnologica, studiati per soddisfare le più diverse esigenze prestazionali del costruire moderno, conveniente, e sostenibile. Platee in getto monolitico di grandi dimensioni, senza giunti o discontinuità, solette sottilissime con prestazioni meccaniche elevatissime, strutture in grado di autoriparare le fessure che si formano nel tempo, pareti fotocatalitiche in grado di purificare l’aria, vasche bianche a prova di acqua e aggressione chimica, pavimenti che si illuminano grazie all’energia catturata di giorno dal sole e in grado di drenare qualsiasi quantità d’acqua, cementi trasparenti ...

Soluzioni solo in parte utilizzate, poco conosciute da architetti e ingegneri, dai committenti e dalle imprese, e spesso dagli stessi attori della filiera.

E questo è un problema, perche questa incredibile risorsa per il settore delle costruzioni - se fosse meglio conosciuta, prescritta e utilizzata - oggi consentirebbe di poter costruire con costi - di realizzazione, manutenzione e fine ciclo - più bassi sia in termini economici che di sostenibilità.

Ecco perchè insieme a SENAF, la nostra testata INGENIO C.A., che pubblica anche la rivista InConcreto, realizzano nel 2020 un'area di SAIE dedicata interamente al calcestruzzo nelle sue diverse forme, preconfezionato e prefabbricato, per edifici e infastrutture, per l'Ingegneria e per l'Architettura ...

saie-concrete-2020-pianta.jpg

In Calcestruzzo è questo, l'evento nazionale dell'anno dedicato all'innovazione della filiera del calcestruzzo.

Un progetto a cui ha già aderito ATECAP, AICAP, CTE, AMERICAN CONCRETE INSTITUTE ... e che punta a coinvolgere tutti i soggetti che hanno un ruolo nelle costruzioni che impegano questo materiale. Tra queste hanno già aderito aziende che operano nel settore della produzione, trasporto e consegna del calcestruzzo e altre che si occupano di tecnologia.

 


banner-incalcestruzzo-animato-700.gif

SAIE In Calcestruzzo: l'evento nazionale dedicato al progettare e costruire in calcestruzzo

Un evento ideato con la collaborazione di Andrea Dari 

All’interno di SAIE 2020 a Bologna dal 14 al 17 ottobre 2020.


Iscriviti a "In Calcestruzzo" on Line

Ecco il LINK per iscriversi gratuitamente a SAIE IN CALCESTRUZZO.

Il programma di "In Calcestruzzo"

All’interno di The Concrete Bar una serie di relazioni e incontri, organizzati da SAIE con le più importanti associazioni tecnico scientifiche e industriali, e con le aziende che operano nel settore.

 

Il programma istituzionale


aci-ic-american-concrete-institure.jpeg

Mercoledì 14 ottobre dalle ore 10.00 alle 12.30

Innovazione nella Tecnologia del Calcestruzzo

Organizzato da ACI IC – American Concrete Institute - Italy Chapter

Moderatori

  • Luigi Coppola
  • Liberato Ferrara

Programma

Ore 10:00 Saluto di benvenuto – Presentazione di ACI-IC

Ore 10:10 Persone, Tecnologie e Materiali: Il contributo di Italcementi e Calcestruzzi alla realizzazione del Ponte di Genova San Giorgio

Andrea Zecchini

Ore 10:30 Una struttura in calcestruzzo di forma non canonica: la torre PWC nell’area CityLife di Milano

Mauro Eugenio Giuliani

Ore 10:50 Calcestruzzi fibrorinforzati ad elevate prestazioni con funzionalità autoriparanti: l'esperienza del progetto H2020 ReSHEALience

Francesco Lo Monte

Ore 11.15 I leganti alternativi al cemento Portland per calcestruzzi sostenibili

Denny Coffetti

Ore 11:30 Una nuova generazione di additivi promotori di cristallizzazione per calcestruzzi sostenibili

Ivana Torresan

Ore 11:45 Utilizzo di materiali innovativi certificati per il ripristino e rinforzo di strutture esistenti alla luce del Superbonus 110%”

Paolo Girardello

Ore 12:00 L’impiego di malte e betoncini fibrorinforzati ad elevate caratteristiche meccaniche (HPFRCC) per gli interventi di rinforzo degli edifici esistenti: campagne sperimentali, processo di certificazione, case histories”

Giulio Morandini

Ore 12:15 Tecnologia, proprietà ed applicazioni dei conglomerati cementizi fibrorinforzati

Marco Bressan


assocompositi-logo-300.jpg

Mercoledì 14 ottobre dalle ore 14.30 alle 16.30

Calcestruzzo armato con barre di FRP: aggiornamenti su Linee Guida e normativa

L’uso dei materiali compositi fibrorinforzati in sostituzione dell’acciaio per la realizzazione di elementi strutturali di calcestruzzo costituisce una pratica ormai diffusa nel mondo. La diffusione è favorita dalla proprietà degli FRP di non essere suscettibili ai fenomeni di corrosione, il che li rende potenzialmente utili per le costruzioni esposte ad ambienti molto aggressivi. Un altro non trascurabile vantaggio di questo tipo di armature è la facilità e la rapidità della posa in opera, che consente di abbreviare in modo significativo i tempi e i costi di realizzazione delle infrastrutture. Nel 2018 il MIT ha creato un Gruppo di studio per la redazione di due Linee Guida  relative alle barre in FRP: una sulla identificazione, qualificazione e accettazione delle barre di FRP ed un’altra sulla progettazione di strutture di conglomerato cementizio armato con tali barre.

Nell’ambito della prossima edizione di SAIE, Assocompositi coordina un’area di eccellenza per i compositi dedicata alle barre in calcestruzzo armato con barre di FRP, ai sistemi di rinforzo FRP e FRCM. In parallelo, il 14 ottobre alle 14:30, organizzeremo con SAIE il convegno gratuito nel Pad.26, Stand A02 (trasmesso anche online) dal titolo

“Calcestruzzo armato con barre di FRP: aggiornamenti su Linee Guida e normativa” di cui riportiamo di seguito il programma:

14.30: Linea Guida Ministeriale sulla Qualificazione, Identificazione ed Accettazione di barre di FRP da utilizzarsi come armature di getti di calcestruzzo

Mario Avagnina, Consiglio Superiore dei LL.PP

15.00: Linea Guida Ministeriale sulla progettazione di costruzioni di conglomerato cementizio armato con barre di FRP

Luigi Ascione

Realizzato da ASSOCOMPOSITI

 


logo-aicap-cte.jpg

Giovedì 15 ottobre dalle ore 10.30 alle 12.30

Controllo e manutenzione delle infrastrutture in CA

Moderatori

Marco Menegotto, Presidente aicap

Marco di Prisco, Politecnico di Milano e Past President CTE

10.00 Saluti di apertura

Marco Menegotto Presidente aicap

Key lecture

Pietro Baratono, Direttore Generale MIT

Relazioni

Ore 10.30 Marco Savoia, Università di Bologna

Tema: Controlli sui ponti

Ore 10.50 Alberto Gennari Santori, ANAS

Tema: Ispezione approfondita di impalcati da ponte con travi in cap

Ore 11.10 Franco Mola, Direttore Tecnico ECSD e Consigliere aicap

Tema: Robustezza Strutturale delle Infrastrutture

Ore 11.30 Enrico Pizzarotti, Presidente e D.T. ProIter Srl e consigliere CTE e SIG

Tema: Infrastrutture sotterranee

Ore 11.50 Cesare Prevedini, Vicepresidente aicap

Tema: Strutture precompresse

Ore 12.10 Dibattito coordinato da Marco Menegotto e Marco di Prisco

Ore 12.30 Chiusura dei lavori

 

Venerdì 16 Ottobre 2020, dalle ore 10.00 alle 12.00

Innovazione strutturale: nuovi modelli e nuove esperienze

Moderatori

Claudio Failla, Presidente CTE

Franco Angotti, Vicepresidente aicap

10.00 Saluti di apertura

Claudio Failla, Presidente CTE

Key lecture

Massimo Sessa, Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

Relazioni

Ore 10.30 Camillo Nuti, consigliere aicap

Impiego dell’ Ultra-high Performance Reinforced Concrete (UHPC) per migliorare le prestazioni dei ponti esistenti

Ore 10.50 Giovanni Plizzari, Università di Brescia e Vicepresidente CTE

Tema: Modello FIB sulle pavimentazioni industriali

Ore 11.10 Claudio Mazzotti, Università di Bologna e Consigliere CTE

Tema: Riqualificazione Strutturale

Ore 11.30 Sergio Signorini, Direttore Tecnico Magnetti e Consigliere CTE

Tema: esempi di utilizzo di materiali non convenzionale nelle opere di riqualificazione

Ore 11.50 Giovanni Cardinale, consigliere aicap e Vicepresidente CNI

Ore 12.10 Dibattito coordinato da Claudio Failla e Franco Angotti

Ore 12.30 Chiusura dei lavori

 


atecap.jpg

Venerdì 16 ottobre dalle ore 14.30 alle 16.30

INDUSTRIA DEL CALCESTRUZZO, TRA DIGITALIZZAZIONE E SOSTENIBILITÀ

Evento organizzato da ATECAP

Le proprietà del calcestruzzo, valutate all’interno dell’intero ciclo di vita di una struttura, sono vantaggiose in termini di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Il materiale da costruzione alla base della gran parte degli edifici e delle infrastrutture del Paese non è conosciuto per tutte le sue potenzialità strutturali, estetiche, architettoniche e di sostenibilità. La rivoluzione digitale che sta interessando anche il mondo delle costruzioni è un’opportunità unica per l’industria del concrete anche in chiave di promozione del prodotto. Governare il flusso di informazioni consente di mettere in risalto le molteplici prestazioni a favore del progettista, dell’impresa o dell’utilizzatore finale che la soluzione in calcestruzzo può offrire.

Commentatori

  • Andrea Bolondi, Presidente Atecap
  • Francesco Biasioli, Segretario Ermco

Relatori

  • Marco Borroni, Presidente Ermco
  • Luigi Coppola, Presidente ACI Italy Chapter
  • Pietro Petrucco, Vicepresidente FIEC
  • Giovanni Plizzari, Professore Tecnica delle Costruzioni

spritz-beton-300.jpg

The Spritz Beton

Programma

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 12.30

Il Tunnel autostradale del Brennero

Giuseppe Venditti

 

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 14.00 - ore 17.30

Venerdì 16 ottobre 2020, ore 9.30 - ore 12.30

2°Convegno YMs SIG - SAIE 2020 - Bologna Save the date

Tunnelling 4.0: Nuove Tecnologie e Prospettive Future per la Manutenzione e gli Interventi di ripristino e adeguamento di gallerie esistenti.

La conferenza esplorerà gli ultimi progressi e le sfide future nella manutenzione, nelle tecniche di monitoraggio predittive, nelle ispezione automatizzate dei tunnel e degli spazi sotterranei e sarà un'opportunità per conoscere i recenti progetti e innovazioni attraverso la presentazione di interessanti casi studio da parte dei gestori di infrastrutture, da parte delle società di ingegneria incaricate dell'ispezione, del monitoraggio e dei progetti di adeguamento ("diagnosi" e "terapia"), da parte delle industrie specialistiche che illustreranno le innovazione nelle tecnologie, nelle tecniche di rilievo e monitoraggio e nei materiali e da parte delle imprese di costruzioni incaricate dei lavori spesso da eseguire sotto esercizio.

Gli argomenti principali, che saranno discussi durante la conferenza, sono i seguenti:

  • Ispezione e monitoraggi di tunnel: nuove tecnologie, processi di immagine digitale e ispezioni visive digitali, monitoraggi predittivi;
  • Manutenzione delle gallerie: nuove tecnologie e processi automatici;
  • Ripristino e adeguamento di gallerie: nuove tecnologie, materiali e applicazioni.

Per informazioni e il programma: LINK SIG società italiana gallerie

 

In questa area verrà servito il nuovo aperitivo "The Spritz Beton", un cocktail messo a punto da uno dei maestri dell'arte dell'aperitivo, presentato in anteprima a The Concrete Bar.


Il programma dedicato alle soluzioni del settore

Presso The Concrete Bar durante la 4 giorni di SAIE si terranno interventi di 15 minuti, dedicati alla presentazione dell’innovazione e delle soluzioni delle aziende. Le relazioni saranno tenute in pieno formato TED, da un relatore singolo con un grande schermo e , a fianco, al tavolo dei commentatori giornalisti e tecnici del settore si alterneranno per sollecitare relatori e pubblico con domande e osservazioni tecniche. 

 

Mercoledì 14 ottobre 2020, ore 12.30

Nuova linea di additivi modificatori di Viscosità

La nuova serie di additivi modificatori di viscosità MasterEase si basa sulla chimica di un polimero innovativo studiato e brevettato dai ricercatori di Master Builders Solutions. Le nuove molecole di polimero disperdente sono state progettate in modo da impartire eccezionali proprietà reologiche al calcestruzzo fresco, conferendogli una minore soglia di scorrimento, una minore viscosità plastica ed ottimo mantenimento di lavorabilità anche con bassi rapporti acqua cemento.  Il suo utilizzo facilita il pompaggio del calcestruzzo ottimizzando e velocizzando tutte le operazioni di posa in opera e finitura ed ottimizza la produzione di calcestruzzi per manufatti durevoli in opera, conformi alle norme EN 206-1 e UNI 11104.

Ivana Toresan, Master Builders Solutions - BASF CC Italia Spa

 

Mercoledì 14 ottobre 2020, ore 14.00

FRP per interventi su strutture in CA esistenti

"Linea Guida per la identificazione, la qualificazione ed il controllo di accettazione di compositi fibrorinforzati a matrice polimerica (FRP) da utilizzarsi per il consolidamento strutturale di costruzioni esistenti: controlli di accettazione in cantiere e prove semi-distruttive per la caratterizzazione meccanica del supporto e dell' incollaggio in opera secondo CNR-DT 200 R1/2013" . 

Istituto Giordano

 

Mercoledì 14 ottobre 2020, ore 15.30

Progettazione di calcestruzzi fibrorinforzati 

Rivolto a progettisti, Uffici Tecnici, Direzione Lavori, Fabbricatori, la presentazione mostrerà come i software di calcolo sono oggi in grado di gestire i calcestruzzi innovativi nella fase di design secondo le normative vigenti (CNR-DT, CEB-FIP, Norme Tecniche Costruzioni, etc.). 

Tra gli esempi concreti, tratterà il tema del calcolo delle piastre e delle pavimentazioni in cemento armato con e senza fibrorinforzo, il tema della gestione del calore di idratazione nei getti massivi, il rinforzo con materiali compositi, i fenomeni lenti condizionati dagli addittivi, etc. 

Paolo Segala, CSP FEA

 

Mercoledì 14 ottobre 2020, ore 16.00

Evoluzione dei Giunti per Pavimentazioni Strutturali

Paolo Benuzzi, CPR GIUNTI - EDILIZIA SERVIZI SRL

 

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 10.00

Prodotti innovativi per la mitigazione degli effetti del ritiro del calcestruzzo

Il calcestruzzo, com’è noto, subisce ritiro, ossia delle contrazioni di origine igrometrica che, essendo impedite, generano stati tensionali e conseguenti fessurazione. I fenomeni da ritiro possono essere mitigati grazie all’impiego di materiali da inserire nel mix design del calcestruzzo, quali additivi SRA o fibre naturali.

L’additivo SRA, MasterLife SRA 930, consente di ridurre il ritiro idraulico diminuendo la formazione di microfessure e fessure. In tal modo è possibile da un lato pervenire problematiche di inestetismi dei manufatti, dall'altro, riducendo la formazione di microfessure, permette di mettere in opera un calcestruzzo più resistente all'azione di degrado da parte di agenti aggressivi, cloruri, solfati, anidride carbonica, provenienti dall'esterno. Per quanto concerne i fenomeni di ritiro plastico, che si verificano durante le prime ore di stagionatura, si possono utilizzare delle micro fibre naturali di basalto MasterFiber 050 che presentando un’ottima disperdibilità e affinità con la matrice stessa, sono in grado di limitare la fessurazione, conferendo al calcestruzzo maggiore durabilità.

Alessandra Buoso, Master Builders Solutions - BASF CC Italia Spa

 

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 14.00

I calcestruzzi autoriparanti: cosa sono, come si controllano

I calcestruzzi fibrorinforzati ad elevate prestazioni, già largamente utilizzati ad esempio nella realizzazione di ponti ed infrastrutture di trasporto in Cina ma anche in un esteso programma di riabilitazione infrastrutturale in Svizzera possono opportunamente configurarsi come una “tecnologia abilitante” per guidare tale transizione nell’industria delle costruzioni. Ciò anche attraverso la “ingegnerizzazione” sempre più raffinata del materiale ad includere nuove funzionalità, prima fra tutte quella di “autoriparazione”.

Il seminario presenta in forma organica i risultati di dieci anni di ricerca sui calcestruzzi autoriparanti condotta al Politecnico di Milano in sinergia con Penetron Italia, collaborazione che si è poi trasferita a livello europeo con la partecipazione a numerose iniziative sovranazionali come i progetti Europei ReSHEALience (nell’ambito del programma Horizon 2020) e SAMARTINCS (della iniziativa Marie Slodowska Curie).

Enrico Maria Gastaldo (Penetron), Liberato Ferrara (Politecnico di Milano) e Michel Di Tommaso (IMM)

 

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 15.00

Calcestruzzi a basso sviluppo di calore per getti massivi

I getti continui massivi, anche giganteschi, sono un’opzione che invoglia sempre più spesso i progettisti italiani.  Il loro successo dipende da un calcestruzzo formulato con criteri e componenti avanzati e prodotto con metodi altamente industrializzati. Tuttavia ciò non è sufficiente ad ottenere il massimo beneficio da un getto monolitico. Sarà illustrata infatti l’importanza cruciale del riesame di tutti gli aspetti progettuali e realizzativi, da effettuare ancor prima della prescrizione, in vera partnership con il produttore.

Marco Francini, UNICAL

 

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 15.30

Calcestruzzi Fibrorinforzati per Pavimenti Industriali

La Matassina è un’azienda produttrice di fibre d’acciaio e polimeriche, utilizzate nella realizzazione di grandi opere e pavimentazioni. La continua crescita ha portato alla realizzazione di una fibra di ultima generazione, LA GRAMIGNA GOLD ad altissima resistenza, utilizzata per il ripristino di ponti e viadotti e sostituisce completamente l’armatura nei conci e prefabbricati. Novità 2020: DISTANZIATORE PER RETE ELETTROSALDATA A SERPENTINA IN LAMIERA ZINCATA per sostenere un’elevata portata di carico (fino 650kg/mq).

La Matassina

 

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 16.00

COVID: Rivestimenti in Resina facilmente sanificabili

V&V Srl

 

Giovedì 15 ottobre 2020, ore 16.30

FRP per interventi su strutture in CA esistenti

G&P INTECH

Venerdì 16 ottobre 2020, ore 12.00

 

Progettazione di calcestruzzi fibrorinforzati

Rivolto a progettisti, Uffici Tecnici, Direzione Lavori, Fabbricatori, la presentazione mostrerà come i software di calcolo sono oggi in grado di gestire i calcestruzzi innovativi nella fase di design secondo le normative vigenti (CNR-DT, CEB-FIP, Norme Tecniche Costruzioni, etc.). 

Tra gli esempi concreti, tratterà il tema del calcolo delle piastre e delle pavimentazioni in cemento armato con e senza fibrorinforzo, il tema della gestione del calore di idratazione nei getti massivi, il rinforzo con materiali compositi, i fenomeni lenti condizionati dagli addittivi, etc. 

Paolo Segala, CSP FEA

 

Venerdì 16 ottobre 2020, ore 12.30

Impianti mobili per la produzione di calcestruzzo

SIMEM

 

Venerdì 16 ottobre 2020, ore 13.00

Il BIM applicato al calcestruzzo: un caso concreto

Unical presenta gli elementi BIM dei propri calcestruzzi dedicati alle principali applicazioni, realizzati n collaborazione con Brains Digital e BimPool.

Gli elementi in calcestruzzo preconfezionato sono finalizzati a una progettazione accurata, efficiente, rispettosa dell’ambiente ed economica, disponibili come  elementi da inserire facilmente nei modelli BIM.

“Abbiamo lavorato per mettere a punto la rappresentazione digitale dei nostri principali calcestruzzi dedicati per  agevolare il compito di ingegneri, architetti e progettisti” dichiara Marco Borroni, Direttore Esercizio e Nuovi Impianti di Unical “per fornire informazioni puntuali sia per la progettazione di opere che per la redazione di un capitolato che risponda pienamente alle esigenze del cantiere”.

All’evento parteciperanno il Prof. Francesco Biasioli con un intervento dal titolo “Il calcestruzzo preconfezionato e il BIM: un matrimonio possibile” in cui verrà spiegato come il calcestruzzo si presta ad un linguaggio digitale, l’ing. Marco Borroni di Unical che illustrerà quali elementi sono presenti nella libreria BIM di Unical e perché. Alessandro Cattaneo di BIMPool presenterà piattaforma  e Stefano Rostagno di Brains Digital, dimostrerà l’utilizzo dei componenti BIM Unical all’interno della progettazione di un elemento strutturale.

Marco Borroni (Unical) e Stefano Rostagno (Brains Digital) e Alessandro Cattaneo (Bimpool)

 

Venerdì 16 ottobre 2020, ore 13.30

I calcestruzzi autoriparanti: cosa sono, come si controllano

I calcestruzzi fibrorinforzati ad elevate prestazioni, già largamente utilizzati ad esempio nella realizzazione di ponti ed infrastrutture di trasporto in Cina ma anche in un esteso programma di riabilitazione infrastrutturale in Svizzera possono opportunamente configurarsi come una “tecnologia abilitante” per guidare tale transizione nell’industria delle costruzioni. Ciò anche attraverso la “ingegnerizzazione” sempre più raffinata del materiale ad includere nuove funzionalità, prima fra tutte quella di “autoriparazione”.

Il seminario presenta in forma organica i risultati di dieci anni di ricerca sui calcestruzzi autoriparanti condotta al Politecnico di Milano in sinergia con Penetron Italia, collaborazione che si è poi trasferita a livello europeo con la partecipazione a numerose iniziative sovranazionali come i progetti Europei ReSHEALience (nell’ambito del programma Horizon 2020) e SAMARTINCS (della iniziativa Marie Slodowska Curie).

Enrico Maria Gastaldo (Penetron), Liberato Ferrara (Politecnico di Milano) e Michel Di Tommaso (IMM)

 


Gli eventi dedicati alla sicurezza dei Ponti e Viadotti

Con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, SAIE ha organizzato tre eventi dedicati all'approfondimento di un tema di grande attualità, quello dei rischio strutturale dei ponti e viadotti, trattato dalle recenti linee guida del Consiglio Superiore. Partecipano relatori di grandissima esperienza. Collabora al programma INGENIO.

 

14 ottobre 2020

Le nuove Linee Guida sulla Classificazione del Rischio dei Ponti

14.30    Introduzione ai Lavori

Massimo Sessa, Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

14.50    L'approccio multilivello per classificazione, verifica e sorveglianza dei ponti esistenti. Un nuovo concetto di classificazione dei ponti.

Walter Salvatore, Università di Pisa

15.10    Il rischio idraulico nella valutazione della classe di attenzione dei ponti esistenti

Armando Brath, Università di Bologna

15.30    Il rischio frane nella valutazione della classe di attenzione dei ponti esistenti

Francesco Maria Guadagno, Università del Sannio - Benevento

15.50    Esempi di valutazione accurata di ponti esistenti

Andrea Dall’Asta, Università di Camerino e Carlo Pellegrino, Università di Padova

16.30    La sorveglianza e monitoraggio dei ponti esistenti

Filippo Ubertini, Università di Perugia

16:50    Conclusioni: dalla valutazione della sicurezza alla classificazione del rischio delle costruzioni esistenti

Pietro Baratono, Capo Dipartimento Infrastrutture MIT

Modera: Andrea Dari, Ingenio

————————————————

15 ottobre 2020

Infrastrutture e digitalizzazione: l’applicazione nei ponti 

14:30    L’applicazione della digitalizzazione nelle infrastrutture: scenari normativi e tecnici

Pietro Baratono, Capo Dipartimento Infrastrutture MIT

14.50    L'Archivio Informatico Nazionale delle Opere Pubbliche

Mario Nobile, Direttore Generale Sistemi Informativi e Statistici MIT

15.10    L’organizzazione digitale di una Stazione Appaltante

Cinzia Gatto, Provveditorato OO.PP. Regione Emilia Romagna e Lombardia

15.30    Un sistema di assistenza al calcolo dei livelli di attenzione

Vincenzo Gervasi Associato, Dipartimento Informatica UniPisa

15.50    L’esperienza Italferr nella gestione del rischio delle reti infrastrutturali.

Daniela Aprea, Italferr        

16.10    L’approccio ANAS alle Linee Guida

Ernesto Sacco, ANAS

16:30    La digitalizzazione del Ponte della Botte sull’Arno

Paolo Odorizzi, Delegato nazionale CEN/TC 442 Building Information Modelling (BIM)

16.50    Il ruolo delle Imprese nella digitalizzazione delle infrastrutture

Massimo Deldossi, Vice Presidente ANCE

17:10    Conclusioni

Pietro Baratono, Capo Dipartimento Infrastrutture MIT

Modera: Andrea Dari, Ingenio

————————————————

16 ottobre 2020

Le linee guida per i ponti esistenti: applicazioni, reti stradali e autostradali 

14:30    Introduzione ai Lavori

Fabio Croccolo, ANSFISA

14.50    Applicazione delle Linee Guida: il caso della Provincia di Caserta

Gianfranco De Matteis, Università della Campania

15.10    Applicazione delle Linee Guida alla rete ANAS

Matteo Castiglion, Direttore operation e coordinamento territoriale ANAS

15.30    L’applicazione delle Linee Guida alla reta autostradale italiana

Michele Mori, SINA, Gruppo GAVIO 

15.50    Problemi di degrado nelle opere di calcestruzzo armato precompresso

Marco Savoia, Università di Bologna 

16.10    Le ispezioni speciali sui ponti di c.a.p. a cavi scorrevoli: metodologia e applicazioni

Walter Salvatore, Università di Pisa

16.30    Metodi diagnostici per l’esecuzione delle ispezioni speciali

Marco Ciano, Boviar e Francesco Chichi, 2effelab                       

16:50    Conclusioni

Massimo Schintu, AISCAT

 


the-concrete-man-700.jpg 

The Concrete Man

Nei mesi antecedenti il SAIE verrà realizzato in collaborazione con INGENIO un sondaggio dedicato ad individuare chi sono i “Concrete Man”, ovvero le figure che più hanno caratterizzato il settore del calcestruzzo dalla sua nascita ad oggi.

Ecco le categorie previste:

  • Industria
  • Tecnici aziendali (Ready Mix e Precast)
  • Tecnici liberi Professionisti
  • Tecnici di Aziende Fornitrici (additivi, cemento, ...)
  • Professori di tecnologia dei Materiali
  • Professori sulla parte strutturale (storici e attuali)

Durante il SAIE verranno premiati i Concrete Man. I premi potranno riguardare anche figure oggi scomparse ma che hanno avuto un ruolo importante nel settore.

Si può già votare, a questo LINK