Giovanni Savorani: La Bretella Campogalliano-Sassuolo può vedere a breve i nastri arancioni dei cantieri aperti

giovanni-savorani-ceramica-e-laterizi.jpg

La pubblicazione sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dell’esito positivo dell’analisi costi benefici sulla Bretella Campogalliano – Sassuolo elimina l’ultimo ostacolo alla realizzazione dell’opera, il cui iter si era peraltro già concluso a luglio 2018, e consegna al territorio un sistema di infrastrutture adeguato, utile non solo alla competitività dell’industria ceramica ma anche alla sicurezza ed alla migliore fruibilità nei trasporti da parte della popolazione che vive in questi territori” afferma Giovanni Savorani, Presidente di Confindustria Ceramica.

La Bretella Campogalliano – Sassuolo sarà in grado di raccordarsi con lo scalo merci di Marzaglia, consentendo un pieno utilizzo dello stesso nel segno dell’intermodalità, mentre il raddoppio della via Emilia nel tratto Modena – Marzaglia e la circonvallazione di Rubiera consentiranno un deciso miglioramento nella fluidità e scorrevolezza del traffico urbano, oggi causa di lunghe colonne e sistematici ritardi.

E’ indispensabile che i 48 mesi, che decorrono dal luglio 2018, per la realizzazione di tutte le arterie stradali vengano rispettati. E’ importante che non si perda altro tempo nella realizzazione di tutte le opere, affinchè nell’estate del 2022 l’intero sistema delle strade ed il raccordo autostradale possano venire aperte al traffico. Il raddoppio della Pedemontana a Sassuolo, nel punto di innesto dell’autostrada, rappresenterà il necessario completamente all’intero sistema viario.

 un risultato che aiuterà la mantenere la competitività internazionale dell’intera industria ceramica italiana – conclude Giovanni Savorani – Attendiamo di vedere a breve i nastri arancioni dei cantieri aperti”.