Si fa presto a dire grès porcellanato

Carlo Montecchi - Ingegnere, Consulente esperto in rivestimenti ceramici 03/01/2019 1144

Differenze tra le piastrelle ceramiche "tradizionali" e il grès porcellanato

Sono tanti i materiali ceramici, ognuno con caratteristiche e destinazione d’uso ben precise.

Le definizioni nel campo ceramico si distinguono in definizioni di carattere merceologico e definizioni di carattere tecnico.

Semplificando, distinguiamo dal punto di vista merceologico le piastrelle ceramiche in:

  • BICOTTURA: piastrelle tradizionali e spesso artigianali usate principalmente da rivestimento e caratterizzate dalla cottura preventiva del supporto e poi dello smalto;
  • MONOCOTTURA: piastrelle da pavimento per interno e rivestimento caratterizzate sottoposte da un unico processo di cottura di supporto e smalto;
  • GRÈS PORCELLANTO: piastrelle ottenute con argille fondenti ad alta temperatura colorate o bianche, smaltate o non smaltate (full body), estremamente compatte e resistenti usate soprattutto da pavimento ma anche da rivestimento. Utilizzato in interno ed esterno ed in vari ambiti di applicazione nel pubblico e nel privato.

Classificazione tecnica in funzione all'assobimento di acqua delle piastrelle di ceramica secondo la normativa internazionale

Tecnicamente le norme internazionali EN 14411 - ISO 13006 definiscono invece le piastrelle ceramiche in funzione dell’assorbimento di acqua.

GRÈS PORCELLANATO

MONOCOTTURA

MONO POROSA

BICOTTURA

Gruppo B1a

ASSORBIMENTO ACQUA

≤ 0,5%

Gruppo B1b – B2a

ASSORBIMENTO ACQUA

3%

Gruppo B2b

ASSORBIMENTO ACQUA

6-10%

Gruppo B3

ASSORBIMENTO ACQUA

≥10%

Il grès porcellanato è dunque un materiale ceramico e la domanda che spesso sentiamo "è ceramica o grès porcellanato?” è sostanzialmente un quesito formulato in maniera errata.

Ma vediamo quali caratteristiche tecniche deve avere una piastrella ceramica per essere definita "grès porcellanato".

Quali caratteristiche tecniche differenziano il grès porcellanato dalle altre piastrelle ceramiche?

gres-porcellanato01.jpg

Il grès porcellanato è caratterizzato da una struttura vetrosa, compatta, con minima porosità e quindi con caratteristiche fisiche eccellenti.

Fatto salvo che, per essere un grès porcellanato, una piastrella deve avere un assorbimento di acqua uguale o inferiore allo 0,5%; quali sono le altre prestazioni che sono necessarie ad una piastrella per appartenere al gruppo B1a ed avere quindi la “patente” di grès porcellanato?

La norma EN 14411 Appendice G stabilisce una serie di caratteristiche e di prove effettuate secondo le norme ISO 10545 per definire la appartenenza al gruppo B1a, ossia al grès porcellanato.

Riportiamo di seguito alcune delle caratteristiche principali:

  • QUALITA’ DELLA SUPERFICIE secondo ISO 10545-2: Il 95% delle piastrelle deve essere esente da difetti;
  • FORZA DI ROTTURA IN NEWTON secondo ISO 10545-4: Spessore piastrella ≥ 7,5  mm, min. 1300 Newton - Spessore piastrella < 7,5 mm, min 770 Newton;
  • RESISTENZA ALLA ABRASIONE PROFONDA PER PIASTRELLE NON SMALTATE secondo ISO 10545-6: valore espresso in mm3 di materiale asportato, max 175;
  • RESISTENZA ALLA ABRASIONE SUPERFICIALE PER PIASTRELLE SMALTATE secondo ISO 10545-7: Il fabbricante deve indicare il valore di resistenza secondo Test PEI;
  • RESISTENZA AL CAVILLO secondo ISO 10545-11: per piastrelle smaltate, nessun danno visibile;
  • RESISTENZA AL GELO secondo ISO 10545-12: Nessun danno visibile;
  • RESISTENZA AGLI AGENTI CHIMICI secondo ISO 10545-13: secondo la classificazione indicata dal fabbricante;
  • RESITENZA ALLE MACCHIE secondo ISO 10545-14: per piastrelle smaltate grado 3 per piastrelle non smaltate secondo la classificazione indicata dal fabbricante;
  • RESISTENZA ALL CESSIONE DI PIOMBO E CADMIO secondo 10545-15: può essere richiesta per piastrelle a contatto con sostanze alimentari.

Esistono altre caratteristiche nella norma EN 14411 che non sono state indicate per la loro complessità come ad esempio la parte della norma ISO 10545-2 relativa alle tolleranze dimensionali. Un argomento che merita una trattazione specifica ed indipendente dato che spesso la tolleranza dimensionale è fonte di equivoci e reclami che sfociano in vere e proprie contestazioni e di cui occorre tenere conto nella posa del grès porcellanato.

La cosa più importante da recepire è che le caratteristiche di compatezza e robustezza di una piastrella ceramica si raggiungono con una greificazione dell’impasto molto elevata e quindi con assorbimenti di acqua bassi proprie del grès porcellanato.