La posa di un pavimento galleggiante in esterno senza grattacapo

Schlüter Systems Italia 27/11/2018 535

troba-level-schlueter03.jpg

La crescente offerta di lastre spessorate autoportanti in gres porcellanato a prezzi sempre più accessibili ha dato un nuovo importante slancio al mercato dei sistemi di posa galleggiante sopraelevati per esterni.

Vantaggi dei sistemi di posa galleggiante sopraelevati per pavimentazioni esterne

In effetti, in determinate applicazioni, la posa galleggiante può offrire diversi vantaggi rispetto ad una tradizionale posa a colla

Tra i particolari benefits della posa galleggiante sopraelevata, comunemente chiamata “su piedini”, si elencano:

  • la facile ispezionabilità in caso di guasti sottostanti (molto apprezzata nel caso delle coperture piane con sottostante elemento di tenuta);
  • la possibilità di collocare facilmente cavi e tubi sotto la pavimentazione (per esempio per creare punti luci sul terrazzo o punti di allacciamento per sistemi di inaffiamento);
  • l’opzione di una installazione solo stagionale come nel caso dei tanti “Dehors” dei ristoranti nella grandi città.    

Ma la corretta realizzazione di una posa galleggiante in esterno non è poi una cosa così scontata come a prima vista potrebbe sembrare.

Cosa si aspetta il committente da un pavimento galleggiante per esterno?

La committenza si aspetta oggi da un sistema galleggiante una funzionalità molto simile ad un sistema tradizionale in adesione ed in particolare pretende:  

  • una posa comunque solida delle lastre, che non “traballano” o si spostano;
  • una fuga precisa e stabile tra i singoli elementi;
  • una riduzione del rumore da calpestio con l’utilizzo di materiali che fungono da “ammortizzatori” del suono;
  • l’utilizzo di materiali in plastica longevi che non perdono le loro caratteristiche a causa delle varie sollecitazione atmosferiche;
  • una protezione delle strutture d’appoggio sottostanti;
  • un corretto e veloce drenaggio delle acque senza la formazione di pozzanghere maleodoranti sotto il pavimento sospeso.       

Una posa galleggiante a "regola d'arte" con Schlüter-TROBA-LEVEL

La multinazionale tedesca Schlüter-Systems ha colto questa sfida e presenta ora Schlüter-TROBA-LEVEL, un innovativo sistema per la posa galleggiante su piedini integrabile con altre soluzioni Schlüter tra cui in particolare i sistemi Schlüter-TROBA-PLUS e Schlüter-TROBA-LINE.

I piedini Schlüter-TROBA-LEVEL, disponibili in diversi altezze, utilizzano pregiati materiali plastici con ottima resistenza alle intemperie ed ai cambiamenti continui della temperature. 
La diversa durezza e morbidezza di questi materiali garantisce tramite la loro interazione un’ottima riduzione del fastidioso impatto del rumore da calpestio
Ma la caratteristica principale di questo nuovo sistema è la possibilità di registrare ogni singola lastra individualmente con una precisone millimetrica.

troba-level-schlueter01.jpg

Spiega così il Responsabile Tecnico di Schlüter-Systems Italia, Marcello Canuri

Purtroppo in cantiere il sottofondo di posa per un’installazione a piedini non è mai “liscio come un tavolo da biliardo”. Soprattutto nel caso di posa diretta su guaine catramate ci sono in realtà tantissimi dislivelli ed “avvallamenti” da correggere tramite una regolazione dell’altezza dei piedini. Uno dei limiti più penalizzanti della maggior parte dei sistemi oggi reperibili sul mercato, è l’utilizzo di dischi basculanti che permettono un aggiustamento fine delle altezze ma solo se questo ritocco interessa quattro lastre contemporaneamente. Spesso però è una sola lastra a richiedere un maggiore spessore, mentre “le sue vicine” risultano già stabili.  Voler adattare l’altezza di una singola lastra tramite disco basculante significa “sballottare” contemporaneamente anche le altre tre lastre che poi richiederanno altre regolazione in altri angoli…. In questo modo non si arriva mai ad una situazione veramente stabile della pavimentazione. 
I nostri elementi di spessoramento “TROBA-LEVEL” permettono invece la regolazione di un singolo angolo della lastra. E’ come mettere uno spessore sotto la gamba di un tavolo, semplice ma geniale. E con questo semplice gesto tutto il pavimento risulta stabilmente livellato.

troba-level-schlueter02.jpg

Altro vantaggio importante del sistema Schlüter-Systems è un numero di componenti estremamente ridotto. Con soli 6 articoli diversi si riesce ad affrontare in cantiere con semplici soluzioni modulari qualsiasi problematica e qualsiasi dettaglio di posa. Questo non facilita soltanto la gestione nel magazzino edile ma rende decisamente più agevole anche il lavoro del posatore. Pochi articoli da ordinare e da stoccare. E pochi articoli da tenere a portata di mano durante la posa stessa.

troba-level-schlueter04.jpg

Da non dimenticare poi la possibilità di integrare il sistema TROBA-LEVEL con altri sistemi Schlüter-Systems. Di particolare importanza la guaina Schlüter-TROBA-PLUS che garantisce una perfetta protezione della guaina sottostante ed un veloce e completo deflusso delle acque piovane. 

Sottolinea Canuri: “troppo spesso in passato i piedini rovinavano col tempo le guaine catramate sottostanti che con il caldo estivo tendono a rammollire. Inoltre i punti di giunzione delle guaine catramate creano punti di avvallamento dove l’acqua tende a ristagnare e poi a mal odorare. Con Schlüter-TROBA-LEVEL la guaina viene protetta dal peso diretto e puntiforme dei piedini e l’acqua defluisce anche in presenze di questi dislivelli.

Menzione d’onore anche per Schlüter-TROBA-LINE, una pratica canalina a vista che aumenta la capacità di drenaggio della superficie piastrellata, evitando lo sbordamento dell’acqua piovana oltre il livello delle soglie. 

Canuri conclude così: “Il sistema Schlüter-TROBA-LEVEL nasce come tanti altri sistemi Schlüter dalla nostra esperienza in cantiere.  E la facilità della sua applicazione va provata in cantiere. Siamo sicuri che sarà soprattutto l’esperienza pratica a convincere l’artigiano della convenienza della nostra soluzione.

>>> per maggiori informazioni visita www.schlueter.it