Pavimenti in legno: "sotto ai piedi" i trend del momento per il mondo del parquet

Dalila Cuoghi - Redazione PAVIMENTI-WEB 12/10/2018 1139

La redazione di Pavimenti-web non poteva di certo mancare di far visita agli stand dedicati ai pavimenti e ai rivestimenti in legno nel corso di Cersaie 2018.
Il legno si conferma quale materiale intramontabile, un evergreen per le pavimentazioni indoor e outdoor
Le varie tonalità cromatiche offerte delle differenti essenze legnose permettono al nobile materiale di adattarsi ad ogni ambiente, compreso il bagno e la cucina, e ad ogni stile di arredamento.
I prodotti che simulano l'effetto legno, con l’obiettivo di imporsi quali alternative alla posa del parquet tradizionale, sembrano essere un lontano ricordo. Sicuramente questo è stato l’anno in cui il grés ha abbandonato il legno puntando gli occhi sulla pietra naturale.  

“Diamo a Cesare quel che è di Cesare”. Il legno è un materiale vivo ed è capace di trasmettere gradevoli emozioni alla vista e al tatto rendendo caldo e confortevole un ambiente. Il fatto di essere un materiale 100% naturale lo rende unico e inimitabile

Creatività formale e materica, la posa a spina ma soprattutto parquet ecosostenibili e trattamenti VOC free sono le ultime tendenze e ricerche in materia di pavimenti in legno.

Ampio spazio alla matericità e alla sensazione tattile trasmessa dal pavimento in legno

Ma il grès porcellanato effetto legno che fine ha fatto? Un prodotto che ormai ha fatto il suo tempo. Passeggiando tra gli stand di Cersaie la sensazione è stata quelle che il grès effetto legno ha per certi versi imboccato la via del ricordo; un rivestimento ceramico che seppur tanto straordinariamente realistico ha di fatto sicuramente penalizzato, nel corso degli ultimi anni, il mercato delle pavimentazioni in legno.

Quindi? Quale modo migliore per esprimere tutta l’unicità e la vera bellezza materica del pavimento in legno.
Via libera ad accostamenti di elementi in legno discordi, dalle sfumature in contrasto e dalle lavorazioni differenti per un parquet unico ed originale. 

salis-parquet-discordia-xx-cersaie2018.jpg

Collezione Discordia XX/XY, Salis >>> Vai al LINK

L’affermazione del ritorno dell’elegante posa a spina del parquet

Dopo anni di pavimenti in legno posati a correre, tra le tendenze del parquet ritorna in auge l’elegante posa a spina di pesce.
Un trend già visto lo scorso anno ma che a quanto pare sembra confermarsi anche per la prossima stagione.

La spina ungherese viene ripoposta con variazioni in termini di posa. E' possibile ammirare eleganti spine a due o a tre larghezze che creano eleganti e suggestive superfici in "movimento".

spina-dubla-garbelotto.jpg 

Spina Dubla, variazione di posa della spina Noblesse®, Parchettificio Garbelotto >>> vai al LINK

Ma seppure tra le tendenze si conferma anche quella di un ritorno al listello stretto da 45 mm, c’è chi osa proponendo spine dall’inusuale formato.

mardeganlegno_palatino02.jpg

Collezione Palatino, Spina Ungherese di grande formato, Mardegan Legno >>> vai al LINK

Il parquet si offre alla creatività degli architetti e dei designer

Ricerca estetica e materica si incontrano anche nei rivestimenti a pavimento e a parete in legno. 
Forma, colore, grafica e materia sono gli elementi must-have delle collezioni di parquet e boiserie. 

La combinazione di forme geometriche, disegni e sfumature di colore movimentano i tradizionali schemi di posa dando vita a nuove ed eclettiche composizioni che rivestono, anche con continuità, sia i pavimenti che le pareti

I rivestimenti in legno diventano i veri protagonisti del progetto nelle mani degli architetti e dei designer arrivando a anche a prestare la loro superficie alla stampa digitalizzata.

giacobazzi-giopagani-mattonelle_cattedrale.jpg

Linea GIOPAGANI SURFACES, Giacobazzi Parquet >>> vai al LINK

Parquet ecosostenibile e VOC free, il must del momento

Oggi un pavimento in legno è un prodotto ecosostenibile ed eco-friendly! 
Negli ultimi tempi il settore delle pavimentazioni in legno ha prestato particolare attenzione all’utilizzo di materie prime ecosostenibili. In particolar modo facciamo riferimento a legni provenienti da foreste a taglio controllato e a Km 0, ossia prossimi agli impianti di produzione, abbattendo così i fattori inquinanti derivanti dal trasporto (Linea Assi del Cansiglio – Itlas, 2009). Come anche l’impiego di legni di recupero da essenze “morte” naturalmente nei boschi che con gli opportuni trattamenti vengono utilizzati nella realizzazione di parquet dall’aspetto antico e materico (Linea Xilema – Parchettificio Garbelotto, 2017).

Alleato ecostenibile per le pavimentazioni esterne in legno è il bambù. Una pianta che cresce rapidamente la cui raccolta non è pertanto causa di deforestazione. Il bambù è indicato per rivestire gli spazi outdoor dei contesti residenziali e/o soggetti a grande calpestio, bordi piscina, lungomare e luoghi con condizioni climatiche anche estreme grazie a speciali termotrattamenti in fase di lavorazione che ne aumentano la resistenza alle intemperie.

deco_panorama_cersaie.jpg

Panorama, Déco Decking >>> vai al LINK 

Ad accompagnare i pavimenti in legno realizzati con materie prime ecosostenibili vi sono i trattamenti e le finiture VOC free certificate.
Trattamenti ecologici che utilizzano olii naturali con 100% di residuo secco e a bassissima emissione di Composti Organici Volativi che non alterano l’aspetto naturale del legno.

parquet-vocfree-bruno-parquet.jpg

Finitura LEGNOARIA+, Bruno Parquet >>> vai al LINK

Anche per le pavimentazioni esterne in legno non mancano trattamenti a protezione delle essenze legnose dal sole, dal degrado e dalla proliferazione dei funghi e muffe del legno, un esempio Ultracoat Top Deck Oil, Mapei >>> Vai al LINK.

Materie prime e trattamenti di finitura del legno che posso fare davvero la differenza per le future generazioni.