Federica Brancaccio, Federcostruzioni: l'accordo ITC CNR e ICC-ES è un risultato importante per le costruzioni

Redazione INGENIO 10/10/2018 1211

Il Prof. Antonio Occhiuzzi, direttore dell'Istituto per le tecnologie della costruzione (ITC) del CNR, ha scritto per INGENIO un articolo in cui si da la notizia che il principale TAB italiano,l'ITC-CNR. ha da tempo avviato una collaborazione con ICC-ES per permettere ai produttori interessati di seguire un percorso parallelo di qualificazione dell’innovazione.

Con questo redazione della norma specifica di prodotto, attività di prova e certificazione avvengono contemporaneamente e di intesa tra ITC-CNR e ICC-ES in modo che un produttore possa ottenere simultaneamente la certificazione europea e statunitense che corrisponde, per quanto detto, ad una sorta di “certificazione mondiale”.

ITC-CNR e ICC-ES hanno deciso di formalizzare le attività comuni con un accordo formale: pertanto, ITC-CNR diventa compartecipe dell’attività normativa americana per i prodotti da costruzione innovativi offrendo al sistema dei produttori italiani un inedito canale di accesso al mercato americano per l’industria dei materiali da costruzione, una parte di “made in italy” meno conosciuto dell’alta moda, ma quasi altrettanto importante per volumi di esportazione.

La firma dell’accordo tra ITC CNR e ICC-ES avverrà nel corso di una cerimonia formale presso l’Università di Miami, partner consolidato sia di ITC-CNR che di ICC-ES, il 15 gennaio 2019.

Accordo ITC CNR e ICC-ES: il commento di Federcostruzioni

federica brancaccio federcostruzioniFederica Brancaccio, presidente di Federcostruzioni, ha voluto così commentare l'accordo internazionale: "Il risultato raggiunto da ITC CNR rappresenta per il settore delle costruzioni un valore assoluto e un’occasione importante per tutte le imprese del nostro Paese.

Con Federcostruzioni siamo sempre molto attenti alle attività dei Centri di Ricerca e all’innovazione. Al prossimo SAIE la nostra grande Federazione che rappresenta nel sistema confindustriale il mondo delle costruzioni presenterà un rapporto sull’Innovazione realizzato su nostro mandato dal CRESME.

L’innovazione è lo strumento per uscire dalla crisi, per rendere più sicuro il nostro patrimonio immobiliare e infrastrutturale, per abbassare i costi di intervento e rendere possibile progetti che fino a ieri erano solo dei sogni.

Ma l’Innovazione deve essere affidabile, garantita. Ecco perchè le norme ci richiedono certificazioni che spesso possono rilevarsi troppo limitate nell’ambito territoriale di applicazione, soprattutto in considerazione dei costi che si sostengono per arrivare ad ottenere riconoscimenti formali e certificazioni.

 La possibilità di poter conseguire attraverso l’accordo sottoscritto da ITC CNR e ICC-ES un certificato che valga sia in Europa che negli Stati Uniti è quindi un risultato straordinario su cui Federcostruzioni pone la massima attenzione.

Questo accordo rappresenta una possibilità commerciale in più e anche un’importante risparmio di costi e tempi per poter raggiungere un risultato di importanza fondamentale per poter rendere utilizzabili prodotti ad alto tasso di innovazione.

Vorrei infine esprimere un plauso al Prof. Antonio Occhiuzzi, direttore di ICT CNR, per il risultato ottenuto."