Piazza Lorenzo Berzieri a Salsomaggiore Terme

27/11/2017 3135

Un intervento di recupero, riqualificazione funzionale, ridisegno e riassetto urbano 


01-piazza-berzieri.jpg
Piazza Berzieri, in primo piano la fontana

Il progetto di riqualificazione funzionale, ridisegno e riassetto urbano di piazza Lorenzo Berzieri e degli assi pedonali perimetrali, si fonda sulla necessità di ridefinire un'identità spaziale a brani di città fino a ieri dequalificati e di valorizzare l'unicità dell'edificio delle Terme Berzieri, capolavoro del Liberty italiano, che si impone con forza iconica nel tessuto urbano. 

02-piazza-berzieri.jpg
Lievi gradoni scendono verso l’ edificio delle Terme Berzieri

L'immagine storica di piazza Berzieri viene ribadita rapportando il progetto con il tessuto esistente, sovrapponendosi e ridisegnando quelle tracce che appartengono allo sviluppo storico della città, attraverso l’identificazione di due sistemi integrati: la “Piazza ” e il “Viale attrezzato”.

03-planimetria-piazza-berzieri.jpg 

La Piazza si compone di spazi che individuano usi differenziati dello spazio aperto: un sagrato di forma regolare che restituisce identità allo spazio centrale dell’intero sistema, una scalinata che, posta frontalmente all’ingresso dello stabilimento, lo connette, sia visivamente sia funzionalmente, al centro storico, ed infine una fontana che dichiara la vocazione di città d’acqua di Salsomaggiore Terme, e richiama all’essenza stessa del suo edificio più significativo.
La scala, affiancata da una rampa che costeggia gli edifici esistenti e le attività commerciali in essi inseriti, si sviluppa relazionando il sistema di piazze e percorsi esistenti nella "zona alta" dell'isolato, ricucendo un tessuto pedonale che prima dell’intervento risultava segmentato e incompleto.

4-piazza-berzieri.jpg 

Il Viale attrezzato, che collega lo spazio-piazza ai principali parchi cittadini e fiancheggia il lato est dello stabilimento Berzieri, è accompagnato da elementi che scandiscono il percorso: sono parterre verdi, disegnati seguendo le orditure e le geometrie dell’insediamento, che accompagnano il cammino dell’utente.

5-piazza-berzieri.jpg 

La riorganizzazione degli spazi aperti, mediante l'azione di nuova pedonalizzazione, pone l'attenzione verso il turista e il cittadino, in modo tale da restituire spazio e qualità ambientale alle persone e al loro rapporto con il monumento. Gli arredi, le pavimentazioni, gli spazi verdi, l'illuminazione convertono ciò che prima era strada in uno spazio dedicato ai pedoni ed ai veicoli autorizzati.

6-piazza-berzieri.jpg 

Il progetto ha compiuto precise scelte dei materiali in relazione all'uso dello spazio: in particolare quella riguardante la distinzione, attuata attraverso differente pavimentazione, tra la "piazza" propriamente detta e la restante superficie del “viale attrezzato”. 

7-piazza-berzieri.jpg 

Il progetto si confronta, dichiaratamente, con gli elementi di pregio preesistenti, attraverso un dialogo cromatico e materico, denunciando la propria contemporaneità pur nel rispetto dei caratteri storici presenti nel luogo. 
Citazioni e rimandi si inseguono, per dar vita ad una fusione esplicita di una morfologia e una dotazione funzionale in sintonia con la ricchezza e maestosità della preesistenza, accentuata e valorizzata dal carattere minimale ed essenziale dell'intervento proposto nel profondo rispetto della storia e delle sue dinamiche.


8-schema-posa-pavim.jpg
Schema di posa tipo pavimentazione in quarzite perla marina


9-sez-sul-canale-raccolta-h2o.jpg
 Sezione sul canale raccolta acqua

Il materiale lapideo (quarzite perla marina) costituisce l'elemento di maggiore caratterizzazione del progetto: tutti gli spazi prima ricoperti da un datato e logoro manto di asfalto vengono reinterpretati e rivestiti da lastre di pietra. 
Un manto di pavimentazione scandita dalle proiezioni delle geometrie e delle principali modanature volumetriche della facciata del Berzieri conduce all'accesso del monumento, riprendendone modularità e simmetria, al fine di creare una forma regolare che restituisce identità e significato allo spazio centrale dell'intero sistema: un sagrato di grandi dimensioni teso a valorizzare e nobilitare il complesso termale.

10-sezione1-700.jpg
Il ritmo delle colonne caratterizzanti l'ingresso del Berzieri costituisce, proiettato in orizzontale nel cambio di orditura della pavimentazione e sottolineato da un'illuminazione radente, il disegno di tale spazio, che distingue il sagrato dalla pavimentazione diffusa della piazza nel suo insieme. Scelta, questa, dettata dal fatto che lo spazio antistante al Berzieri, nella sua storia, non era mai stato coinvolto in un pensiero organico di caratterizzazione come spazio rappresentativo e adeguato alla scala del monumento, in quanto occupato dalla circolazione automobilistica e da una aiuola spartitraffico: il progetto interviene non creando una nuova situazione di rottura con il passato, bensì affidando alle geometrie già presenti il compito di delineare un luogo dove l'edificio e il contesto possano incontrarsi e armonizzarsi, attraverso la rivisitazione geometrica degli elementi.

11sezionesulla-panca-quarzite-nera.jpg 
Dettaglio panca rivestita in quarzite nera con incasso per lampada

Il progetto introduce moderne tecnologie illuminotecniche al fine di organizzare un "sistema luce" in grado di ottemperare alle fondamentali questioni legate alla visibilità e sicurezza degli spazi, accompagnate dalla volontà di valorizzare le preesistenze architettoniche e ambientali del contesto.

12-piazza-berzieri.jpg

Tutti gli elementi presenti, esistenti e di progetto, vengono coinvolti da un pensiero illuminotecnico che, attraverso la collocazione di corpi illuminanti personalizzati alle singole esigenze, sono esaltati dalla fonte luminosa: le architetture, gli spazi aperti, gli oggetti, i percorsi, il verde, l'acqua, gli elementi artistici.
Presupposto principale del progetto illuminotecnico è quello di evitare che i corpi illuminanti possano occultare la piena e totale percezione della facciata principale dello Stabilimento Termale. A tal proposito l'illuminazione del medesimo avverrà attraverso fari collocati sotto-gronda degli edifici limitrofi e interrati in modo mimetico nei parterre verdi perimetrali all'edificio.

13-piazza-berzieri.jpg

Material information
pavimenti:  lastre in Quarzite Perla Marina superficie naturale: lati a spacco, spessore variabile 20/40 mm, dim. cm 20x40, 30x60, 40x60.
La quarzite è una pietra naturale caratterizzata da un’alta concentrazione di quarzo che la rende particolarmente brillante e luminosa. Si distingue per resistenza agli sbalzi termici, all’abrasione, agli acidi e al logoramento. La sua durezza, la non gelività, l’alta resistenza all’abrasione e all’usura e la superficie antisdrucciolevole la rendono particolarmente adatta per le pavimentazioni esterne. 
passerelle: Listoni in legno Teak per esterni, superficie levigata, dim. cm 7x120, spessore mm 18, fissati con viti a scomparsa su sottotelaio in legno.
arredi: Panchine rivestite in Quarzite brasiliana nera Piastrelle in quarzite nera fiammata e spazzolata, lati segati, calibrata, spessore 15 mm, dim. cm 40x60, 60x60.
vasche verdi: Lastre di lamiera in acciaio corten, spessore 5 mm, dimensioni variabili.
illuminazione: Grassopper Metal-halide lamp projectors and washer, recessed floor mounted led lamps, light columns. L' lluminazione globale diretta (per i monumenti) e indiretta (per gli spazi pubblici) è prodotta da lampade ad alta efficienza energetica, quali alogenuri metallici e LED, e direzionata da ottiche performanti. I livelli di illuminamento (lux)rispondono alla normativa di riferimento.
vegetazione: Magnolia trees, aromatic and decorative plants.
opere d’arte: autobloccanti in cemento, lastre in cor-ten e pannello in Bronzo

Dati progetto e crediti
Denominazione:
Piazza Lorenzo Berzieri
Localizzazione: Salsomaggiore Terme, Parma, Italy
Area: 7 300 m2
Fine dei lavori: August 2010Committente: Città di Salsomaggiore Terme
Landscape Design: Emilio Faroldi Associati (design team: Emilio Faroldi, Maria Pilar Vettori with: Dario Cea, Pietro Chierici, Francesca Cipullo, Roberto Grassi, Francesca Pesci, Laura Piazza, Andrea Roscini)
Artista: Giorgio Milani
Responsabile Unico del Procedimento (RUP): Rossano Varazzani
Direttore dei Lavori: Ombretta Capellini, Elena Cortesi.
Coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione: Rossano Varazzani
Impresa esecutrice: Granelli Costruzioni srl, Salsomaggiore Terme, Parma; Piazza Franco spa, Parma.
Fornitori: Corpi Illuminanti: Artemide spa, Milano; Erco, Lüdenscheid, Germany/Milano Italy; Martini Illuminazione spa, Modena.
Sistema impiantistico Fontana: Delta Group srl, Marano Vicentino, Vicenza; I.T.A.C.A. srl, Bologna.
Sistema smaltimanto Acque: Pircher spa, Cittiglio, Varese.
Fusioni in Bronzo: Fonderia d’Arte De Andreis Giuseppe sas, Rozzano, Milano.
Lavorazioni in acciaio Corten: GsF di Schiavi srl, Rottofieno, Piacenza.
Fotografie: Marco Buzzoni 

www.emiliofaroldiassociati.it