Pavimenti-Web » Il massetto in esterno:indicazioni secondo UNI8627 e Codice Buona Pratica Massetti
Il massetto in esterno:indicazioni secondo UNI8627 e Codice Buona Pratica Massetti
Marcello Canuri

Un massetto non è mai un elemento a sé stante di un edificio, ma deve, per sua natura, inserirsi in un contesto edile con caratteristiche e destinazioni d’uso spesso complesse.
Chi realizza un massetto deve quindi preoccuparsi di verificare e rispettare le condizioni al contorno in cui si inserisce.
Una delle situazioni tipiche in cui un massetto deve “interagire” correttamente con la stratigrafia che lo precede e con le finiture successive è il “Terrazzo”, inteso come superficie calpestabile in esterno collocata sopra ad un vano.
Questo contesto edile, il terrazzo appunto, è una tipologia diffusa ma complessa e spesso critica: basti pensare che oltre il 50% del contenzioso edile nasce proprio per questioni legate ad una progettazione non eseguita correttamente.
Per la stratigrafia del terrazzo si deve fare riferimento alla norma UNI8627 (Sistemi di copertura – definizione e classificazione degli schemi funzionali, soluzioni conformi e soluzioni tecnologiche) che fornisce le linee guida di tutti gli strati/elementi che devono essere presenti in questa costruzione: pendenza, barriera a vapore, elemento termoisolante, elemento di tenuta.
Relativamente alla pendenza la UNI8627 prevede per le coperture piane (quindi anche per i terrazzi) che sia inferiore o uguale al 5%, in modo da garantire il deflusso delle acque meteoriche attraverso gli scarichi.
Le raccomandazioni prevedono comunque di non scendere mai sotto a valori di pendenza compresi tra l’1 e l’1,5%, allo scopo di evitare il pericolo di ristagni d’acqua che comprometterebbero la funzionalità e la durabilità dell’intero sistema.
Per rendere “vivibile” una copertura piana e trasformarla in “terrazzo”, si posa generalmente una pavimentazione (esempio piastrella) in adesione.
La piastrella, però,non può essere incollata direttamente all’elemento di tenuta (di solito è una guaina bituminosa) perciò si deve realizzare un supporto, il nostro massetto appunto.


Stratigrafia, dal basso: elemento di tenuta, strato drenantee protettivo Schlüter®-TROBA-PLUS, massetto

Prima della posa del massetto, la UNI8627 indica di posizionare uno strato che viene definito come fondamentale (deve essere sempre presente) e migliorativo; questo è lo strato di drenaggio e protezione.
Questo strato “protegge” l’elemento di tenuta della copertura da forature e da abrasioni e “drena” l’eventuale acqua che può penetrare nel massetto. Acqua che, nel tempo, potrebbe altamente danneggiare il massetto (per esempio in inverno, se l’acqua rimane all’interno del massetto, può gelare e rompere il massetto stesso e quindi, la piastrella).
Lo strato di drenaggio e protezione viene richiesto anche dalla norma UNI11493-1, che riguarda la posa delle piastrellature ceramiche a pavimento (parte 1: Istruzioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione).
Anche l’ultima revisione del Codice di Buona Pratica per i Massetti redatto da CONPAVIPER, prevede l’inserimento dello strato drenante a protezione dell’elemento di tenuta e allo stesso tempo del massetto.
In esterno, il nemico principale da cui difendersi è la presenza di acqua stagnante nel sistema. La nostra difesa è lo strato di drenaggio e protezione.
Le guaine della famiglia Schlüter®-TROBA-PLUS racchiudono in un unico prodotto sia la funzione di protezione sia quella di drenaggio. Schlüter®-TROBA-PLUS garantisce il drenaggio dell’acqua infiltrata nella stratigrafia ed inoltre protegge l’elemento di tenuta, senza alterare le caratteristiche meccaniche della copertura (Schlüter®-TROBA-PLUS ha una capacità di carico di 39 t/mq).
É adatta per la posa di massetti, strati di ghiaia, pavimenti sopraelevati. Per ogni finitura della copertura, garantisce drenaggio e protezione, proprio come richiesto dalle norme vigenti.

L’applicazione di Schlüter®-TROBA-PLUS è estremamente facile. La guaina viene semplicemente srotolata senza alcun fissaggiomeccanico o a colla. Lo strato inferiore di Schlüter®-TROBA-PLUS, in robusto materiale plastico, protegge l’impermeabilizzazione da danni meccanici. Il massetto, invece, andrà a poggiare su una struttura di prominenze tronco-coniche ricoperta da uno strato filtrante, rimanendo così “sospeso” rispetto allo strato di tenuta sottostante.
In questo modo è garantito un perfetto drenaggio capillar-passivo della possibile umidità infiltrativa o condensativa del massetto. In altre parole, si elimina il rischio d’acqua stagnante nel sistema.
Il nostro massetto rimarrà così asciutto, l’elemento di tenuta integro e noi potremo goderci il terrazzo in tutta tranquillità per tanti anni!

Vai al sito SchlüterSystems   

Articolo letto: 766 volte