Pavimenti-Web » La listeria è un problema? Ecco come risolverlo con la linea Flowfresh di Flowcrete
La listeria è un problema? Ecco come risolverlo con la linea Flowfresh di Flowcrete
Stefano Perris

Grazie anche al successo enorme di Expo 2015, che ha dato e sta dando enorme rilievo al tema dell'alimentazione e alle aziende italiane, si sta dando sempre più importanza alla salubrità delle pavimentazioni dei locali in cui vengono prodotti e trasformati gli alimenti.

Flowcrete si è sempre dedicata a questa problematica, producendo e commercializzando in tutto il mondo formulati idonei e certificati, particolarmente adatti ai locali della filiera dell'industria agroalimentare per migliorare l'igienicità, l'asetticità degli ambienti e quindi per migliorare la vita lavorativa dell'individuo che vive quotidianamente in questi ambienti.

Ed è proprio il sistema in poliuretano cemento, dove l'impiego degli ioni d'argento all' interno del formulato (non adottabile per sistemi epossidici e metacrilici, in cui l’effetto antimicrobico risulterebbe molto più blando) che contribuisce maggiormente al miglioramento dell'ambiente stesso, perché offre una efficacia ed ecologica alternativa all'impiego degli additivi antibatterici di origine chimica riducendo la formazione di batteri sulla pavimentazione del 99% (tipo escherichia coli, staphilococcus aures, listeria monocytogenes etc..)

A tal proposito, si consiglia di leggere l’interessante articolo, in allegato, sul contaminante listeria monocytogenes pubblicato sul numero di giugno 2015 (n. 6) della rivista “Il latte”, di Tecniche Nuove. In questo approfondimento, si sottolinea come, uno dei trattamenti di decontaminazione più efficaci, sia il lavaggio dei locali con acqua bollente, poiche il contaminante non è resistente alle alte temperature. Proprio per queste motivazioni, in tutti gli ambienti in cui è necessario la sterilizzazione dei locali, sono consigliabili rivestimenti in poliuretano cemento, che risultano una soluzione ottimale in quanto resistenti a temperature superiori (fino a 120°C) rispetto a quelle di rivestimenti realizzati con altri tipi di resine in commercio. Interessanti anche le schede tecnico informative dell'INAIL (sempre in allegato), sul rischio biologico sui luoghi di lavoro, dove viene analizzato, assieme ad altri contaminanti, anche listeria monocytogenes.

Flowfresh rappresenta una nuova generazione di pavimentazioni antibatteriche naturali che, in partnership con Poligyene, da marzo 2015 ha ottenuto la certificazione a livello mondiale Iso 22196.

Esso è il primo prodotto di questo genere, a livello mondiale, ad ottenere tale certificazione (in allegato, il report “Determination of the Antibacterial Activity of Polyurethane Screed Formulations against Escherichia coli, Staphylococcus aureus and Listeria monocytogenes using ISO 22196). Inoltre, da giugno 2015 fino a giugno 2017, ha ottenuto anche la certificazione HACCP (certifcazione, quest'ultima, oggetto di revisione ogni due anni), come da documentazione allegata.

Polygiene e' una societa' svedese di Malmoe specializzata nella produzione di una tecnologia ecosostenibile naturale basata sugli ioni d' argento, un antibatterico che interrompe la trasmissione di malattie, eliminando i microbi a contatto su materiali di natura diversa tra cui il poliuretano cemento.
Polygiene in partner con Flowcrete ha studiato e formulato in esclusiva un antibatterico idoneo per la linea in poliuretano cemento di flowcrete e denominata Flowfresh. Polygiene e' una formulazione antibatterica che all' interno del formulato, una volta applicato e indurito si disperde su tutta la massa dei prodotti della linea Flowfresh HF/RT/MF e che rende quindi duratura nel tempo l' efficacia del sistema. L' antibatterico riduce la formazione di batteri sulla pavimentazione del 99%.
In allegato, un interessante articolo “Antimicrobial Flooring Facts for the Food and Beverage Industry”, dove si mettono in evidenza le caratteristiche del prodotto e si prova l’efficacia antimicrobica di una tale pavimentazione, anche dopo 60 cicli di lavaggio.

I vantaggi delle soluzioni Flowcrete antimicrobiche in poliuretano-cemento includono:

• Distruzione del 99,9% dei batteri superficiali;
• Eccellente resistenza chimica e meccanica;
• Possibilità di finitura antiscivolo per ambienti umidi;
• Ottima resistenza (prodotto HF) alle variazioni termiche (range di utilizzo: da -40° a +120°), con possibilità di lavare il pavimento con acqua bollente;
• Basso contenuto di COV;
• Finiture esenti da solventi ed anti-macchia;
• Traspirabilita' del sistema;


In allegato:

“Antimicrobial Flooring Facts for the Food and Beverage Industry" - CLICCA QUI

DOCUMENTI:

Il rischio biologico nei luoghi di lavoro (INAIL)- CLICCA QUI

ARTICOLI:
“Sotto la lente: Listeria monocytogenes", rivista “Il latte” n. 6/2015, Tecniche Nuove - CLICCA QUI

“Allerta alimentare del Ministero per la Listeria nella Coppa di testa, due morti. Scatta il ritiro dei prodotti. Tutte le regole da seguire” tratto da www.ilfattoalimentare.it - CLICCA QUI - NEW

• "Allarme Listeriosi, salumificio bloccato per un batterio killer” tratto da www.ilrestodelcarlino.it - CLICCA QUI - NEW

“Listeriosi, altri casi dopo Monsano” tratto da www.ilrestodelcarlino.it - CLICCA QUI - NEW

• "La Listeria è un problema? Ecco come risolverlo con la linea Flowfresh di Flowcrete" tratto da Eurocarni 9/16 - NEW

Leggi le certificazioni ISO 22196 - CLICCA SUL DOCUMENTO:
Report IMSL2015 02 014 1A
Report IMSL2015 02 014 1B
Performance of Flowfresh Flooring to ISO 22196

Leggi le certificazioni HACCP - NEWS:
CERTIFICATION OF FOOD SAFE EQUIPMENT, MATERIALS AND SERVICES - CLICCA QUI
Flowcrete Cert & State 2015 - CLICCA QUI

Vai alle schede tecniche dei prodotti - CLICCA SUL DOCUMENTO:
Flowfresh HF
Flowfresh MF
Flowfresh RT
Flowfresh SR
Flowfresh SRQ

Crediti LEED:
LEED info

Per conoscere meglio la linea Flowfresh dedicata alle pavimentazioni per i caseifici, scarica la brochure - NEWS

Articolo letto: 15318 volte
Articoli Collegati